top of page
Glass Buildings_edited_edited.jpg

Tassi alti più a lungo

OTB NEWS - View di mercato

I mercati emergenti si trovano ad affrontare ostacoli derivanti dalla persistente inflazione dei mercati occidentali e dalla presa di posizione della Federal Reserve di mantenere condizioni monetarie restrittive. Mentre la strategia dei tassi “più alti più a lungo” della Fed potrebbe continuare a smorzare l'entusiasmo, la Cina potrebbe rivelarsi un punto positivo in quanto il governo locale ha deciso di aumentare gli stimoli economici che dovrebbero avere come effetto principale quello di sostenere l’attività dei consumatori e mitigare ulteriori shock nel settore immobiliare.


View di mercato per i prossimi 12 mesi
OTB Global Investments Research - View di mercato

Mercati emergenti

I mercati emergenti (EM) sono stati rallentati sia da una ripresa post-COVID della Cina, più debole del previsto, che da un contesto geopolitico volatile. Come se non bastasse, le economie asiatiche continuano a sentire la pressione della strategia restrittiva della Federal Reserved. Tuttavia, la Cina continua ad adottare misure politiche e economiche a una cadenza costante: queste operazioni di mercato aperto rafforzano la nostra convinzione che le allocazioni azionarie asiatiche e dei paesi emergenti potrebbero sovraperformare nei prossimi trimestri.

Abbiamo mantenuto neutrale la nostra visione sull’America Latina data la vulnerabilità delle maggiori economie della regione a un potenziale rallentamento globale. Una politica monetaria restrittiva potrebbe frenare l’attività economica ma dovrebbe sostenere le valute della regione.

Siamo ancora ottimisti sull’Asia, Giappone escluso, dove confermiamo un leggero sovrappeso. Mentre le sfide della Cina si attenuano, una crescita economica più forte e una ripresa della fiducia dei consumatori dovrebbero sostenere le importazioni dalla Corea del Sud, da Taiwan e dai paesi dell’Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asiatico (ASEAN).


La Cina rimane sovrappesata grazie a un governo che intensifica le misure politico-economiche per rispondere all’attuale crisi di fiducia, soprattutto nel mercato immobiliare. A livello aziendale, i prezzi più bassi delle azioni stanno rendendo le valutazioni sempre più attraenti poiché gli analisti migliorano le aspettative sugli utili futuri rispetto ai bassi livelli di quest’anno. Anche la geopolitica tra Stati Uniti e Cina si è stabilizzata con le recenti visite diplomatiche: il recente incontro Xi Jinping e Biden al vertice della Cooperazione economica Asia-Pacifico (APEC) confermano un'ottica ottimistica.

In India, la crescita economica rimane robusta e il paese ha un lungo percorso di crescita potenziale. Tuttavia, manteniamo unavisione neutrale. Ci sono diversi rischi a breve termine da considerare, tra cui valutazioni elevate delle azioni indiane, rischi di inflazione che spingono a un’altra tornata di aumenti dei tassi di interesse e le elezioni generali nel 2024.


Mercati sviluppati

Il Giappone sta beneficiando di un ritorno alla crescita reflazionistica del PIL e della pressione del governo sulle società sottovalutate affinché aumentino i rapporti di buyback. Detto questo, abbiamo deciso di avere un'ottica piu' conservatrice e spostare da sovrappeso a neutrale: ottica giustifica da politiche monetarie occidentali piu' stringenti e vulnerabilità delle esportazioni Giapponesi al rallentamento globale.


La resilienza economica degli Stati Uniti all’aumento dei tassi e alla stretta creditizia continua. Tuttavia, i recenti commenti della Fed portano segnali contrastanti, suggerendo che gli effetti ritardati di una politica più restrittiva devono ancora essere pienamente realizzati e prezzati sui mercati. Abbiamo aggiornato la nostra ottica per il Q1 2024 a leggero sottopeso.

Mantenuta un'ottica di sottopeso anche su investimenti Europei a causa dell’inasprimento delle condizioni finanziarie e del minore consenso sulla crescita degli utili. Ulteriori ostacoli includono la continua volatilità dei prezzi dell’energia e l’impatto delle guerre in Ucraina e Medio Oriente.


Conclusione

Nonostante una netta sottoperformance dei mercati Asiatici, con particolare focus su quello di Hong Kong rimaniamo positivi su questi mercati: la teoria fondamentale e' il continuo supporto da parte del Governo a politiche economiche a sostegno dell'economia.


Il mercato indiano e' sicuramente di forte interesse, dopo i forti rialzi e' auspicabile aspettarsi un leggero storno per poi proseguire la propria nascita: potremmo essere di fronte a un nuovo trend per i prossimi anni.


Sul mercato Americano e Europeo rimaniamo invece più cauti specialmente in apertura di 2024 (Q1 - Q2): il rinnovo dei debiti a tassi elevati potrebbe portare un periodo di ribassi sostanziali sui mercati piu' sviluppati.

Una volta che tale evento sara' prezzato, potremmo rivedere buone performance generalizzate.


OTB NEWS

20 Novembre 2023

9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page